Le Forre Laviche del fiume Simeto

escursione etna simeto forre laviche

La Riserva Naturale Forre laviche del fiume Simeto, inserito dal 2000 fra i siti di interesse comunitario, si trova nel territorio di Adrano attraversato dal fiume Simeto, il più importante dei corsi d’acqua siciliani.

In questo luogo incontaminato e suggestivo il fiume, salutato al suo passaggio da inchinati salici, oleandri e ginestre profumate, scorre in uno stretto alveo protetto da pareti di basalto, alte fra i 5 e i 15 metri, testimonianza storica di antiche colate laviche dell’Etna.

Secondo un’antica leggenda un tempo un pastore innamorato saltava da una sponda all’altra del fiume Simeto per recarsi dalla sua amata e proprio qui nella contrada detta “Salto del pecoraio”, in memoria di questo pastorello, sorge il Ponte dei Saraceni il più antico punto di collegamento tra Adrano e Centuripe e le loro rispettive province, Catania ed Enna.

Un ponte in pietra costruito dai romani probabilmente nel I o II secolo d.c., come è testimoniato dalle basi dell’arco maggiore, deve il suo attuale aspetto alla maestria degli arabi. La sua bellezza architettonica è data da un elegante arco centrale a sesto acuto incorniciato da archi laterali più piccoli impreziositi da un gioco cromatico dato dall’alternanza di pietre chiare e scure usate nelle ghiere degli archi.

Oggi narra ai viaggiatori di un tempo passato quando era un importante punto di collegamento tra il territorio di Catania e quello di Palermo attraverso Enna, posizionato strategicamente, in epoca normanna, fra il castello di Adrano e la torre di Paternò.

Un luogo unico ai piedi dell’ Etna, che merita un’ escursione sull’ Etna che consigliamo nel periodo primaverile. Per le indicazioni su come raggiungere il luogo, vi consigliamo di consultare l’ escursione scritta dal Prof. Arcidiacono nella sua Guida Naturalistica dell’ Etna. L’itinerario è pubblicato in esclusiva sul magazine girasicilia.it

 

 

 

 

17/03/2015
Aristide Tomasino