Etna in elicottero: cosa si vede esplorando il vulcano dall’alto.

etna in elicottero tour

Quando la sera è tersa, osservo il cielo. Non finisco mai di stupirmi, tanti punti di vista ci sono lassù. (Wislawa Szymborska)

Quando si sorvola Catania, ci si accorge di essere arrivati a destinazione perché a un certo punto ci si trova a osservare dal finestrino una vista imponente che pare dire: “Benvenuto, questa è la mia città, e io ne sono la regina”.
Sua maestà l’Etna per un attimo alza lo sguardo, ammicca ai viaggiatori, li invita a venire a conoscerla e a godere della sua straordinaria bellezza e pace, oltre che della sua proverbiale maestosità.

Atterrati, i viaggiatori, da parecchie parti della città possono sentirsi quasi minacciati da quello sguardo sempre vigile, imponente, che dall’alto li osserva scuotendo i loro occhi insieme alla loro voglia di scoprire; poi però è inevitabile parlarne con i catanesi, che la loro regina la adorano e non la temono affatto, e anzi si riempiono gli occhi ogni giorno con la sua maestosa bellezza.

Sua maestà l’Etna è una regina buona, che regala ai suoi sudditi ottimi frutti della terra, che i suoi abitanti più facoltosi trasformano in vini e altri deliziosi cibi.

Come ogni regina, seppur buona, alle volte si arrabbia e borbotta dando “spettacolo” con magnifiche eruzioni che lasciano tutti a bocca aperta: improvvisamente, quando cala la sera nella città di Catania, e ci si volta a guardare l’Etna inizia a notarsi una luce “che cola” di colore rosso come l’inferno, che scende lenta a rigarle il volto. Lacrime di rabbia, si potrebbero definire.

Proprio lì, gli escursionisti esperti vanno a trovarla, anche nel cuore della notte, un po’ per sapere come sta ma soprattutto per godere di quel fuoco vivo, proprio davanti agli occhi.

I viaggiatori, i curiosi, coloro che passano per la città di Catania anche solo per caso non possono non accorgersi di Lei: c’è chi sceglie di avvicinarcisi in punta di piedi, dal basso a salire, facendo un’escursione al mattino o al tramonto.

C’è chi invece desidera vederla nella sua completezza, a “ tutto schermo”, e cioè dall’alto.

 

Adrenalina, avventura: un altro punto di vista sul Vulcano

Alcuni di noi, per indole, si spingono sempre “oltre”, ricercando cioè emozioni forti. Proprio per loro abbiamo studiato un Tour in Elicottero dando la possibilità di osservare i tutti i crateri sommitali vecchi e recenti, con il sorvolo della Valle del Bove.

In questo viaggio si potrà osservare com’è fatta la cima dell’Etna, con i suoi cinque apparati eruttivi principali, formatisi ed accresciutisi nel corso degli ultimi decenni, che nella fattispecie sono il Cratere Centrale (1911) che è il più antico e il Cratere di Nord-Est che si trova appunto sul suo fianco settentrionale. Da quest’ultimo si sono  formate rispettivamente nel 1945 la Voragine e nel 1968 la Bocca Nuova.
Nel 1971, sul fianco sud-orientale del Cratere Centrale si forma il Cratere di Sud-Est, che rimane attivo fino al 2007. Poi inizia ad accrescersi anche il Nuovo Cratere di Sud-Est, appoggiato sul fianco orientale del “vecchio” Cratere di Sud-Est.

Cosa si vedrà in cima

Il Cratere Centrale

Si tratta di un grande cratere, il più antico,  dal bordo quasi circolare di circa 500 metri di diametro, profondo molte decine di metri, forse ereditato dal collasso craterico avvenuto sulla cima dell’Etna nel corso della violenta eruzione che nel 1669 ha colpito l’intero fianco meridionale del vulcano.

Il Cratere Nord-Est

Nato nella primavera del 1911, poco a Nord del Cratere Centrale, l’attività del  cratere aumenta nel 1917, quando alimenta un breve episodio di fontana di lava (o parossismo). Nei periodi successivi, la sua attività è consistita principalmente in frequenti esplosioni stromboliane.
Il Cratere di Nord-Est, negli anni, ha raggiunto le sue massime dimensioni, che lo ergono a cima più elevata dell’intero vulcano (circa 3330 metri sul mare, misurato nel 2008). Oggi, il Cratere di Nord-Est continua ad essere, seppur di poco, il punto più alto dell’Etna (3324 m sul mare, misurato nel dicembre 2015).

La Voragine

Nato nell’autunno del 1945 all’interno del Cratere Centrale (precisamente nella porzione nord-orientale), questo cratere è meno attivo degli altri crateri sommitali, però produce alcuni dei parossismi più violenti della storia recente dell’Etna. Nei primi mesi questa nuova bocca della Voragine è caratterizzata dall’emissione di gas molto caldi (>700 °C) e che diminuiscono di temperatura in coincidenza con la “riapertura” del Cratere di Nord-Est, nel Novembre 2017.

La Bocca Nuova

Nasce nella primavera del 1968 sul fianco occidentale del Cratere Centrale. Fino alla metà del 1997, la Bocca Nuova è caratterizzata prevalentemente da fenomeni di subsidenza del fondo craterico ed occasionale, modesta attività stromboliana ed effusiva intracraterica, che causano il progressivo allargamento del cratere fino ad un diametro massimo di oltre 350 m. Da ottobre 2016, il fondo di questo cratere sprofonda riaprendosi, ed oggi la maggior parte del pennacchio gassoso dell’Etna è prodotto proprio dai gas che emergono dalla Bocca Nuova. 

Il Cratere di Sud-Est ed il Nuovo Cratere di Sud-Est

Come nei casi precedentemente illustrati, anche il Cratere di Sud-Est inizia la sua attività con la formazione di una piccola bocca che si apre nel corso dell’eruzione del 1971, localizzata sul fianco esterno sud-orientale del Cratere Centrale. Nel corso del tempo questo nuovo cratere sommitale raggiunge le stesse dimensioni che il “vecchio” Cratere di Sud-Est aveva assunto nei precedenti quaranta anni. Dalla fine del 2013 l’attività del Nuovo Cratere di Sud-Est diviene meno violenta e frequente.

La Valle del Bove

Non si può affatto esaurire il discorso sulla storia e sulla bellezza della Valle del Bove in poche parole, cosa che approfondiremo in un articolo specifico.
Questo è uno dei punti più suggestivi che si osservano durante i tour sull’Etna: un avvallamento di lava che copre quasi per intero il versante orientale del vulcano, dove molte eruzioni sono andate a fluire nel corso del tempo. Un’esperienza magnifica e memorabile, che vi lascerà un ricordo visivo indelebile.

Se quanto hai letto ti ha incuriosito abbastanza e hai in programma una vacanza in Sicilia, prenota subito il tuo Tour dell’Etna in Elicottero!

 

10 Luglio 2019
Luigi Marino

Desideri utilizzare il tuo mezzo di trasporto* durante l’Escursione, Tour o Esperienza?
Per te e la tua famiglia uno sconto del 25%!

Lo sconto è applicabile per un minino di 4 partecipanti, ad esclusione dei seguenti tour: Etna Summit 3300 mt, Etna Wine, Tour Speleo, Tour Elicottero, Vendicari, Pantalica.
* le strade di percorrenza sul vulcano Etna per arrivare all’inizio di tutti i luoghi escursionistici sono tutte asfaltate

Contattaci per richiedere lo sconto.👇🏼

AFFILIATO AGENZIA TOUR OPERATOR

Soemin Viaggi by Fevi Tour srl
Via Maggiore G. Galliano, 23 – 90143 Palermo
REA: 411693
Licenza n° 123/S7 cat. A illimitata
P.Iva 06731780828

logo Soemin Viaggi

COME PRENOTARE

Privacy Policy
Cookie Policy

Copyright © 2014- 2020 All Right Reserved Excursions Etna Catania – Web Marketing by Wabi-Media VE – CT
Associazione Naturalistica e Culturale Excursions in Sicily – P.IVA 04883660872
Attività rivolte ai soci (tutti i prezzi non sono inclusi di iva)